Testo e video della mozione al Documento Annuale di Programmazione della Toscana sull’ospedale unico

Rendiamo disponibile il testo e il video della discussione della mozione 870 approvata all’unanimità dal Consiglio Regionale: essa inserisce l’ospedale unico della Valle del Serchio nel Documento Annuale di Programmazione (DAP) 2015. La mozione è stata approvata nella seduta del 30 luglio 2014 e pubblicata sul BURT del 20 agosto 2014.

Testo e link per download:

MOZIONE 30 luglio 2014, n. 870
Mozione approvata nella seduta del Consiglio regionale del 30 luglio 2014 collegata
all’informativa della Giunta regionale, ai sensi dell’articolo 48 dello Statuto, relativa al documento annuale di programmazione (DAP) 2015.

IL CONSIGLIO REGIONALE

Udita l’informativa della Giunta regionale, ai sensi dell’articolo 48 dello Statuto, relativa al
documento annuale di programmazione (DAP), svolta nella seduta del 15 luglio 2014;
Vista l’Area tematica 3, capitolo 3.1 “Riordino dei Sistema Sanitario Regionale” in cui, nella parte dedicata ai dati significativi di legislatura, si ricorda l’avvenuta inaugurazione dei tre ospedali di Pistoia, Prato e Lucca, cui si aggiungerà prossimamente quello di Massa;
Considerato che nessun riferimento viene fatto in merito alla costruzione del nuovo ospedale della Valle del Serchio, nonostante che una mozione, approvata il 2 ottobre 2013 dal Consiglio regionale avesse impegnato la Giunta regionale a rispettare gli accordi sottoscritti con le istituzioni della zona; già in precedenza, il 7/1/2013 la Conferenza zonale dei. Sindaci aveva individuato , a larga maggioranza, la localizzazione del nuovo ospedale della valle del Serchio a Piano Pieve;

IMPEGNA
LA GIUNTA REGIONALE

a compiere atti concreti per la progettazione e la messa a disposizione dei relativi finanziamenti per la realizzazione del nuovo ospedale della Valle del Serchio.

Il presente atto è pubblicato integralmente sul Bollet tino Ufficiale della Regione Toscana ai sensi dell’articolo 4, comma 1, della l.r. 23/2007 e nella banca dati degli atti del Consiglio regionale ai sensi dell’articolo 18, comma 1, della medesima l.r. 23/2007.
Il Presidente
Roberto Giuseppe Benedetti

Video:

Interventi dei consiglieri Del Carlo, Pellegrinotti e Staccioli.

Bozza piano sanitario disponibile

Disponibile nella sezione Downloads la bozza di Piano Sanitario e Sociale Integrato Regionale 2012-2015 aggiornata al 25/09/13. Dopo una pausa di circa 2 anni, è ricominciata la discussione sul PSSIR ed il sito di UNCEM Toscana ha reso disponibile la bozza in discussione

Da segnalare i paragrafi:

  • 2.3.3.1 “Rete ospedaliera: le prospettive di azione”
  • 6.3.5 “Il governo delle specificità geografiche: aree insulari e montane”
  • 9.2.2 “Programmazione, obiettivi ed azioni per la realizzazione degli investimenti in sanità”

Disponibile per il download la Delibera 1235 sulla riorganizzazione sanitaria regionale

Nella sezione Downloads è disponibile la Delibera 1235 della Giunta Regionale “Linee di indirizzo alle aziende sanitarie ed alle Aree Vaste per il riordino del sistema sanitario regionale” con relativi allegati. Tale delibera riguarda la riorganizzazione del sistema sanitario regionale, per far fronte alla forte di riduzione di risorse (diminuzione dei trasferimenti statali).

Leggiamo dal Comunicato della Regione:

“Tutte le azioni previste dalla delibera saranno attuate con una tempistica molto serrata, in ambito di Regione, Area Vasta, Azienda sanitaria (…). La maggior parte delle misure dovranno essere messe in atto entro 3 mesi, altre entro 6, altre ancora entro un anno. Una sola misura – l’unificazione dei sistemi informatici, di competenza di Regione ed Estav – prevede un tempo più lungo, 15 mesi.

Per supportare le azioni di riordino previste dalla delibera, la Regione ha deciso di investire su questa riforma, destinando alle aziende sanitarie la somma di 20 milioni di euro, più di  metà della quale dovrà essere riservata all’implementazione delle azioni concernenti il riassetto del territorio. I criteri di riparto delle risorse saranno definiti e comunicati alle aziende sanitarie entro marzo 2013. Un ulteriore fondo di 21.850.000 euro sarà distribuito a tutte le aziende sanitarie (Asl e AOU) in base ai risultati che otterrano in termini di appropropriatezza delle prestazioni, con metodi e criteri che verranno formalizzati nelle prossime settimane”.

Nei prossimi mesi del 2013 assisteremo quindi all’attuazione di questa riorganizzazione, è in questo contesto che per il nostro territorio, come annunciato l’8 gennaio dal Direttore D’Urso, si concretizzerà la concentrazione in un unico plesso dei servizi ospedalieri offerti dai 2 stabilimenti di Barga e Castelnuovo.

Clicca qui per leggere il Comunicato completo della Regione Toscana