Video Giunta Regionale su delibere Case della Salute e Cure intermedie

Case della Salute, dalla diretta streaming della Giunta Regionale del 6 maggio 2013:

L’Assessore al Diritto alla Salute Marroni espone la Delibera 334 sulla realizzazione di 54 nuove Case della Salute tra cui una in Valle del Serchio. Nell’affrontare il tema, l’Assessore anticipa la prossima attivazione di 500 nuovi posti letto per cure intermedie ed annuncia che presenterà il progetto di piccolo ospedale toscano (come quello della Valle del Serchio). Ulteriori informazioni al post relativo all’approvazione e a quello sulla successiva precisazione dell’Assessore.riguardo i piccoli ospedali.

Cure Intermedie, dalla diretta streaming della Giunta Regionale del 3 giugno 2013:

L’Assessore al Diritto alla Salute Marroni espone la Delibera (testo non ancora disponibile) sull’attivazione di circa 500 nuovi posti letto di cure intermedie in Toscana. Oltre a questo annuncia la presentazione del nuovo piano sanitario e delle delibere sulla riforma ospedaliera entro luglio.

Per informazioni aggiuntive sulle cure intermedie vedi post relativo. Per il momento non è ancora disponibile il testo, ma sono disponibili l’allegato B e l’allegato C, rispettivamente relativi al dettaglio sui posti letto e alle risorse assegnate alle ASL per attuare i progetti. Non appena l’atto completo sarà disponibile sul sito della Regione, sarà reso disponibile anche nella sezione Downloads.

Per le dirette streaming complete consultare l’archivio sul sito della Regione.

Cure intermedie: la Regione attiva 500 nuovi posti letto (20 in Valle del Serchio)

Il provvedimento approvato oggi dalla Giunta Regionale prosegue l’attuazione della riorganizzazione del Sistema Sanitario Regionale (Delibera 1235/2012). In particolare riguarda la realizzazione del punto “Sviluppo delle cure intermedie, attraverso l’adeguamento del numero di posti letto in base a standard regionali, a partire dalla riconversione dei posti letto per acuti dismessi” individuato come priorità della Delibera 47/2013.

Nella ASL 2 di Lucca saranno attivati 55 nuovi posti letto per le cure intermedie da aggiungersi ai 43 attuali: 35 a Lucca presso la Cittadella della Salute a Campo di Marte e la Casa della Salute a Marlia, 20 presso l’Ospedale della Valle del Serchio (Barga-Castelnuovo).

Dal Comunicato della Regione:

“Il Presidio di cure intermedie è una struttura extraospedaliera residenziale temporanea, che ha una funzione di supporto alla dimissione precoce e in sicurezza degli anziani ricoverati nell’area medica dell’ospedale. Si tratta di pazienti, perlopiù anziani, che hanno già superato la fase acuta della malattia e sono quindi stabilizzati clinicamente, ma ancora in una condizione tale da non poter essere assistiti al proprio domicilio. Sono pazienti che non richiedono un ricovero per acuti, ma necessitano ancora di una fase di osservazione e/o di continuità terapeutico-riabilitativa per cercare di recuperare la loro autonomia. Le necessità sono prevalentemente di assistenza infermieristica, ma deve essere assicurata la valutazione medica quotidiana, in relazione alla situazione clinica.

Per il funzionamento del servizio di cure intermedie sono necessari: un medico responsabile del servizio, un infermiere coordinatore, un medico responsabile del percorso di continuità assistenziale, i medici del team multidisciplinare, il medico di medicina generale del paziente, al quale spetta la responsabilità clinica. Obiettivi del servizio di cure intermedie sono la riduzione/eliminazione del prolungamento inappropriato dei ricoveri ospedalieri e dei tempi di degenza; la stabilizzazione terapeutica e il recupero funzionale dei pazienti dimessi dall’ospedale; la riduzione/eliminazione del ripetersi di ricoveri a breve-medio termine. Il piano di assistenza personalizzato è condiviso con il medico di medicina generale del paziente.”

Clicca qui per il comunicato completo della Regione.

Clicca qui per visualizzare le tabelle con i dettagli sul numero di posti letto.

Servizio TG3 Toscana del 19/04/13 sul taglio dei posti letto

Nel servizio si annuncia il taglio di 1200 posti letto ospedalieri per il raggiungimento dello standard fissato dalla Regione in 3,15 PL/1000 abitanti, di 500 nuovi posti letto per le cure intermedie (post-acuzie) e degli altri servizi territoriali AFT e Case della Salute.

Per quanto riguarda la nostra Area Vasta (Massa, Lucca, Pisa, Livorno) si parla di un taglio di 400 posti letto.