Disponibile la delibera 334 sulla Case della Salute

Nell’area downloads sono disponibili il testo e l’allegato della Delibera 334 della Giunta Regionale del 6 maggio 2013 sull’implementazione di 54 nuove Case della Salute.

  • Testo della Delibera “DGR 47/2013, allegato A. Approvazione progetti delle aziende USL della Toscana relativi all’implementazione del modello assistenziale Casa della salute e assegnazione quota di finanziamento aggiuntiva”.
  • Allegato A “Implementazione del modello assistenziale Casa della salute – Assegnazione risorse alle aziende USL per la realizzazione dei progetti attuativi”.

Le Case della Salute non sostituiranno i piccoli ospedali

Come si evinceva dalla diretta streaming della riunione di Giunta Regionale di lunedì 6 maggio, a ribadirlo con forza sulla stampa è direttamente l’Assessore al Diritto alla Saluta Luigi Marroni.

“Su questo voglio essere chiaro, perché non vi siano dubbi o fraintendimenti, per oggi e per il futuro. La giunta e io in persona non abbiamo pensato l’iniziativa delle Case della Salute come un’operazione che porti alla chiusura di questi ospedali (piccoli ospedali, ndr). Stiamo parlando di risorse aggiuntive ad attività che si affiancano, nello stesso stabilimento, a quelle ospedaliere presenti, in rapporto alla sicurezza dei pazienti e al volume delle prestazioni”.

Bene, lo mettiamo agli atti, tenendo però conto che dei 9 piccoli ospedali toscani che saranno anche sedi di Case della Salute, solo quello della Valle del Serchio è attualmente diviso tra 2 plessi ed è prossimo a una riorganizzazione di cui ancora non si sa niente di ufficiale.

Articolo completo de “Il Tirreno” qui:
http://rassegnastampa.usl11.toscana.it/Asl11EmpoliRassegnaStampa/PDF/2013/2013-05-10/2013051024606547.pdf

La Giunta Regionale avvia l’implementazione di 54 Case della Salute tra cui Barga o Castelnuovo

Nella riunione di Giunta Regionale del 6 maggio 2013, è stata avviata l’implementazione di 54 nuove Case della Salute (Unità Complesse di Cure Primarie). Nel territorio della ASL di Lucca saranno implementate 2 nuove case della salute: Barga/Castelnuovo e Lucca Campo di Marte.

Dal Comunicato della Regione Toscana:

FIRENZE – Più di 8 milioni per avviare e soprattutto implementare ben 54 Case della Salute su tutto il territorio toscano. Li ha stanziati la giunta, con una delibera presentata dall’assessore al diritto alla salute Luigi Marroni e approvata nella seduta di stamani. La cifra – 8.200.000 euro – verrà distribuita tra le 12 aziende sanitarie toscane in due tranche: il 75% al momento della comunicazione di avvio degli interventi previsti, il 25% a realizzazione avvenuta. In 9 interventi sul totale dei 54, si tratta di riconversione e riorganizzazione di strutture ospedaliere, tra cui piccoli ospedali: Barga/Castelnuovo Garfagnana, San Marcello, Volterra, Portoferraio, Abbadia San Salvatore, Massa Marittima, Orbetello, Pitigliano, Castel del Piano.

“Questo intervento – ha detto il presidente Enrico Rossi – è un importante rafforzamento dei servizi territoriali. Credo sia un esempio unico a livello nazionale. Nei prossimi mesi, per le Case della Salute verrà identificato un marchio, che le renda immediatamente riconoscibili per i cittadini, così come lo sono gli ospedali”.

“Le Case della Salute – ha sottolineato l’assessore Marroni presentando la delibera in giunta – rappresentano uno dei pilastri della riforma della nostra sanita’ regionale. Si tratta di strutture dotate di team multiprofessionali che funzionano come una sorta di grande ambulatorio sui territori”. L’intervento rientra nel più ampio programma di riorganizzazione del sistema sanitario toscano, avviato con la delibera di fine 2012 (1235, ndr): un programma che punta molto sul potenziamento dell’assistenza sul territorio, assegnando un ruolo chiave ai medici di medicina generale e rafforzando tutte quelle modalità assistenziali extra-ospedaliere che, tra l’altro, hanno il vantaggio di evitare ricoveri impropri e alleggerire dunque la pressione sugli ospedali. E tra le azioni prioritarie individuate dal programma di riorganizzazione c’è proprio la promozione della presa in carico globale del cittadino sul territorio, attraverso l’implementazione del modello assistenziale Casa della Salute.

La Casa della Salute è il punto di riferimento chiaro per il cittadino per l’accesso all’assistenza territoriale. E’ un unico edificio (o una porzione) che ospita un team multidisciplinare, formato da medici di famiglia, infermieri, specialisti, personale sociale e amministrativo. Alla luce del decreto Balduzzi (DL 158/2012) e dell’accordo integrativo regionale con la medicina generale, la Casa della Salute si identifica con l’Unità Complessa di Cure Primarie (UCCP). Le Case della Salute sono aperte 7 giorni su 7, per 12 ore, dalle 8 alle 20. In alcune, si sperimenterà l’apertura per 16 ore, dalle 8 alle 24.”

L’obiettivo è arrivare entro l’anno a circa 120 Case della Salute, considerando le 36 già esistenti. L’avvio di altre 30-40 nuove Case avverrà in autunno.

E’ possibile consultare l’Allegato A della Delibera, contenente l’elenco completo delle 54 nuove case e gli stanziamenti relativi. Per quanto riguarda l’ASL di Lucca le nuove case saranno 2: Barga/Castelnuovo di Garfagnana e Campo di Marte. L’Assessore ha parlato di riorganizzazione dei piccoli ospedali che dovranno diventare anche sedi di case della salute. Nel caso specifico della ASL di Lucca, come già anticipato dal direttore sanitario Polimeni in questo articolo, per quanto riguarda la Valle del Serchio il progetto è collegato alla riorganizzazione delle degenze, mentre per Lucca sarà conseguente all’attivazione del nuovo ospedale S. Luca.

Sul sito della Regione è anche possibile vedere il video della riunione di Giunta. L’esposizione della delibera da parte dell’Assessore Marroni va dal minuto 36 al minuto 50 circa.

Cliccando su “Continua a leggere” è disponibile un ulteriore approfondimento.

Continua a leggere